Dopo la straordinaria esperienza vissuta dalle delegazioni benedettine nell'Abbazia di Pannonhalma, la Fiaccola Benedettina "Pro Pace et Europa Una" ha fatto il suo ingresso domenica 1 marzo 2020 nella Concattedrale di Santo Stefano a Budapest accolta dal Nunzio apostolico, S.E.Mons. Michael August Blume, e da S.E. Cardinale Péter Erdő che ha presieduto la Celebrazione Eucaristica concelebrata dall'Abate di Montecassino, S.E. Donato Ogliari O.S.B. e dall'Abate di Pannonhalma ‎Cirill Tamás Hortobágyi O.S.B.

La Fiaccola, sostenuta dai tedofori di Norcia, Subiaco e Cassino, è rimasta accesa per tutta la durata della S.Messa all’interno della maestosa Basilica.

“Oggi - ha detto il Cardinale Erdő - portiamo la Fiaccola di san Benedetto anche nella nostra città. San Benedetto è uno dei santi patroni d’Europa che è un continente molto speciale, è una possibilità preziosa, può costruire la stabilità nella diversità apprezzando le singole culture, i singoli popoli che la compongono. Ma cosa collega i popoli del nostro continente? Non basta una dinastia o una ideologia: in Europa tutti i popoli sono cresciuti nel contesto della fede cristiana. L’eredità cristiana ci collega in modo speciale soprattutto se non è soltanto un ricordo del passato ma una forza animatrice della nostra vita”.

S.E.Mons. Blume, Nunzio Apostolico a Budapest, ha ricordato l’importanza del pellegrinaggio delle delegazioni delle città benedettine con le rispettive comunità religiose al seguito della Fiaccola e di come quell’Ora et Labora, sostenuto ed illuminato dalla luce del Signore abbia molto da dire ancora oggi a chiunque incontri sul proprio cammino.

I sindaci di Norcia, Subiaco e Cassino hanno donato al Cardinale e al Nunzio Apostolico una preziosa edizione della Regola di San Benedetto a ricordo del passaggio della Fiaccola benedettina ‘Pro Pace et europa Una’ in Ungheria.

Si conclude così un viaggio che è stato certamente significativo da un punto di vista spirituale e che ha dato modo alle delegazioni delle tre città benedettine di far conoscere le rispettive realtà culturali e territoriali ad una città che senza alcun dubbio ha saputo dimostrare di essere accogliente.

Servizio Fotografico di Roberto Mastronardi

#AdottaunSampietrino : Campagna di Crowdfunding dell'Abbazia di Montecassino

campagna abbazia crowdfunding