Nel giorno in cui si torna parzialmente alla normalità, dopo il lockdown che ha visto tutto il Paese bloccato per cercare di contenere la pandemia da Covid-19 e nel centesimo anniversario della nascita di San Giovanni Paolo II, un ristretto numero di rappresentanti delle istituzioni polacche e italiane, insieme all’Abate Donato, si è riunito nel Cimitero Polacco di Montecassino per pregare e ricordare quei soldati, caduti durante la battaglia per la liberazione di Montecassino che arrivò il 18 maggio 1944.

A guidarli allora era il Generale