I giovani della comunità Exodus in "Cammino per la Pace” verso la tomba di San Benedetto, grande "Messaggero di Pace”.

Camminare assieme a qualcuno significa condividere un tratto di strada. Mentre si cammina ci si conosce, si impara ad aspettare chi va più piano e ci si avvicina alla vita dell'altro, lo si conosce nella sua diversità .Questo è un po' lo spirito che sta alla base della Pace: se si conosce l'altro, se si conosce chi è diverso da noi, ci si avvicina alla differenza e si finisce per amarla.

Con questo stesso spirito domenica 24 maggio, a conclusione della settimana di approfondimenti culturali musica e dibattiti sul sociale, nell'ambito della ormai consolidata annuale manifestazione "Mille giovani per la Pace", i ragazzi e gli operatori della sede Exodus di Cassino con tanti amici che hanno voluto condividere con loro l'esperienza, hanno percorso a piedi gli antichi sentieri che dalla città portano all'Abbazia di Montecassino.

Lo scorso anno, il 25 ottobre, in occasione dei 50 anni dalla proclamazione di san Benedetto a patrono principale dell'intera Europa si era svolta la prima edizione di questa passeggiata per la Pace che ha come meta l'Abbazia e la tomba di san Benedetto, "messaggero di Pace, come lo definì papa Paolo VI nell'ottobre del 1964, proclamandolo patrono principale dell'intera Europa.

Quest'anno l'esperienza è stata quindi ripetuta e, nonostante le previsioni meteo non promettessero nulla di buono, tutto è andato bene ed è stata replicata con grande entusiasmo e successo anche la sosta per un ristoro dalle Monache Benedettine della Rupe, che hanno rifocillato i partecipanti con i loro buonissimi dolci e le loro torte.

Al termine del cammino, in Basilica l'Abate Donato ha accolto la comitiva unita nel nome della Pace ed ha celebrato la Santa Messa alle 12,00, dopo aver presieduto anche la Messa di Pentecoste delle 10:30 durante la quale aveva celebrato le Sante Cresime impartendo il Sacramento della Confermazione a sei giovani cresimandi.

Una foto di gruppo al termine della Celebrazione ha suggellato la mattinata. L'augurio di tutti è che questa iniziativa possa continuare ad affascinare sempre più persone incuriosendo i giovani e facendoli avvicinare alle radici benedettine dell'Europa e della loro cultura, perché solo conoscendo le proprie radici si può dare vita ad alberi forti e rigogliosi.Montecassino-Passeggiata-Exodus-1Montecassino-Passeggiata-Exodus-2Montecassino-Passeggiata-Exodus-3Montecassino-Passeggiata-Exodus-4Montecassino-Passeggiata-Exodus-6Montecassino-Passeggiata-Exodus-7Montecassino-Passeggiata-Exodus-9Montecassino-Passeggiata-Exodus-11Montecassino-Passeggiata-Exodus-12Montecassino-Passeggiata-Exodus-13Montecassino-Passeggiata-Exodus-14Montecassino-Passeggiata-Exodus-15Montecassino-Passeggiata-Exodus-16Montecassino-Passeggiata-Exodus-17Montecassino-Passeggiata-Exodus-18