L'Abate Donato scopre a piedi gli antichi sentieri che portavano in Abbazia.

È trascorso già un anno dalla nomina dell'Abate Donato a 192° successore di s. Benedetto da parte del Santo Padre Francesco.

In un anno, il suo desiderio di esplorare e conoscere la terra in cui vive lo ha portato a visitare luoghi e incontrare persone che gli hanno mostrato l'affetto verso Montecassino e la devozione a s. Benedetto da tanti punti di vista.

Mancava però ancora una esperienza: percorrere il vecchio sentiero che da Cassino porta a Montecassino e quindi, domenica mattina 11 ottobre, un piccolo gruppo di persone, con in testa l'Abate Donato, si è dato appuntamento alle 8,30 del mattino per arrivare poi in Abbazia circa un'ora e mezza più tardi.

Durante il percorso la comitiva si è fermata più volte e l'ultima alla croce, recentemente restaurata, dove la tradizione vuole che s.Benedetto si sia inginocchiato arrivando a Montecassino all'inizio del 500 e, guardando verso l'allora tempio pagano, abbia capito che quello sarebbe stato il posto giusto per stabilirsi e cominciare una nuova pagina di vita monastica.

Nelle foto alcuni momenti della salita verso l'Abbazia.

 

 

IMG 9648IMG 9650IMG 9652IMG 9653IMG 9655IMG 9656IMG 9657IMG 9658IMG 9659IMG 9660IMG 9663IMG 9665IMG 9668IMG 9670IMG 9672IMG 9676