Nella prima domenica di Avvento, l'Associazione Nazionale Carabinieri ricorda la "Virgo Fidelis" in Abbazia.

La sezione di Cassino dell'Associazione Nazionale Carabinieri ha scelto la prima domenica di Avvento per festeggiare in Abbazia la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma.

La sua celebrazione risale al 1949, quando Papa Pio XII proclamò ufficialmente Maria Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri, fissandone la ricorrenza al 21 novembre, data in cui si ricorda la Presentazione di Maria Vergine al Tempio. L'Abate Donato, che per l'occasione presiedeva la Messa conventuale delle 10.30, ha ricordato e salutato l'Arma dei Carabinieri in apertura di celebrazione e anche durante l'omelia, incentrata sull'importanza e sul significato dell'Avvento:

"Il Vangelo di oggi (Mt 24, 37-44) ci parla dell'Avvento, di quel periodo dell'anno liturgico che non va vissuto in modo inerte, ma nell'attesa operosa e vigilante: attendere non vuol dire altro che tendere a Cristo cercando di scoprire le sue tracce nella vita di ogni giorno.

Quando ci attacchiamo ai bisogni elementari e ci facciamo trascinare dal tran tran quotidiano senza chiederci il senso di ciò che facciamo, smettiamo di rivolgere il nostro pensiero in alto. Il Signore, invece, ci chiede di dare un senso profondo al cammino quotidiano, di entrare nella realtà con la luce di Dio, non solo con le nostre forze, di tendere al Signore che vuole farsi nostro compagno di viaggio e farci comprendere cosa dia senso alla nostra vita e non ciò che è effimero e superficiale[...].

La Virgo Fidelis, che oggi ricordiamo insieme all'Arma dei Carabinieri, ci rammenta che la Madonna è la donna dell'attesa, è fedele, e la sua fede non è mai venuta meno neppure nei momenti di sofferenza e in quello più drammatico della croce.

Affidiamoci dunque a lei, la donna che sa cogliere le tracce del Signore nella sua vita anche nei risvolti bui e dolorosi. Doni anche a noi la fedeltà alla bellezza di poter testimoniare la fede in mezzo agli altri".

Prima della benedizione, un saluto anche da parte del Sindaco della Città di Cassino che ha ringraziato a nome di tutti i cassinati l'Arma dei Carabinieri che tanto si adopera per la sicurezza di tutti anche attraverso le braccia dell' Associazione

La Preghiera del Carabiniere ha poi accompagnato verso il termine la Celebrazione

Preghiera del Carabiniere
Dolcissima e gloriosissima Madre di Dio e nostra,
noi Carabinieri d'Italia,
a Te eleviamo reverente il pensiero,
fiduciosa la preghiera e fervido il cuore!
Tu che le nostre Legioni invocano confortatrice e protettrice
con il titolo di "VIRGO FIDELIS".
Tu accogli ogni nostro proposito di bene
e fanne vigore e luce per la Patria nostra.
Tu accompagna la nostra vigilanza,
Tu consiglia il nostro dire,
Tu anima la nostra azione,
Tu sostenta il nostro sacrificio,
Tu infiamma la devozione nostra!
E da un capo all'altro d'Italia
suscita in ognuno di noi
l'entusiasmo di testimoniare,
con la fedeltà fino alla morte
l'amore a Dio e ai fratelli italiani.
Amen!