Live il Blog di Montecassino

Siria Aeham Ahmad Montecassino

Quando lo scorso ottobre l'Abate di Montecassino, l'Arcivescovo Hilarion ben Bashir Capucci e l'Archimandrita Melchita di Roma, Rev. Mtanios Haddad si sono ritrovati insieme a pregare per la Siria sul presbiterio della Basilica Cattedrale di Montecassino, nessuno poteva immaginare che a meno di un anno un testimone di quelle sofferenze avrebbe parlato attraverso le sue note e il suono di un pianoforte nel chiostro bramantesco.

Otto mesi fa è stata una preghiera accorata e unanime ad innalzarsi dalla casa di s.Benedetto verso tutto il mondo e venerdì sera è stata la musica del pianoforte di Aeham Ahmad ad accompagnare le emozioni,

abbazia di montecassino 70x100

L'Abbazia di Montecassino, in collaborazione con Atina Jazz e con l'Amministrazione Comunale di Cassino, e con il supporto di numerosi sostenitori , ospiterà venerdì 30 giugno il concerto

San-Benedetto-Luglio-2017

In occasione della festività di san Benedetto Patrono Primario d'Europa, siamo lieti di comunicare gli eventi e le celebrazioni che potrete condividere con l'Abate Donato e la Comunità monastica in Abbazia a partire dal 2 luglio, secondo il seguente calendario:

Succisa Virescit rosso

"[...]Montecassino[...] ha subito invasioni e assedi, incendi e crolli per terremoti. Più volte è stato distrutto. L'ultima volta nel 1944 quando gli alleati — che lì nella battaglia contro i tedeschi hanno perso migliaia di soldati — sotto pressione dell'opinione pubblica anglo- americana decidono di raderlo al suolo. Convocano a pochi chilometri di distanza tutti i corrispondenti di guerra e, praticamente in diretta, danno il via al bombardamento a tappeto che riduce in macerie il monastero."Succisa virescit":

DSC 1348 copiaSOLENNITÀ DEL CORPUS DOMINI – Anno A
Gv 6,51-58

 
Come è noto, Giovanni è l'unico evangelista che non riporta la narrazione dell'Ultima Cena di Gesù e l'istituzione dell'eucaristia, e tuttavia è quello che, più degli altri, riflette sul significato di quest'ultima. Nel capitolo 6 del suo vangelo troviamo, infatti, un lungo e intenso insegnamento sull'eucaristia. Soffermiamoci su alcuni aspetti di fondo che danno luce a tutto il resto.

«Io sono il pane vivo disceso dal cielo»
Gesù si era già definito come "pane che la vita". Ora si spinge oltre e afferma di essere il "pane vivo", ossia

oblate

Diventa sempre più numeroso e unito il gruppo di oblati dell'Abbazia di Montecassino, che ormai a scadenza mensile si riunisce la prima domenica di ogni mese per confrontarsi e per ricevere dall'Abate Donato spunti di riflessione e indicazioni per il cammino da intraprendere e seguire, da laici, nel nome di San Benedetto nel mondo.

Il termine oblato, infatti,

Pentecoste CoverCome ogni anno, anche il 4 giugno, domenica di Pentecoste l'Abate Donato ha impartito il Sacramento della Confermazione. Quest'anno erano 27 i Cresimandi che si sono presentati al Padre Abate con i rispettivi padrini e madrine e familiari per condividere questo importante momento della loro vita con le persone care.

L'Abate Donato nella sua omelia si è rivolto

Veglia Pentecoste 2017Il tempo avverso dello scorso anno aveva impedito che si potesse realizzare il Cammino di Pentecoste dalle pendici del Monte fin su in Abbazia. Quest'anno, invece, un piccolo ma motivatissimo gruppo di partecipanti si è messo in cammino verso il Monastero a partire dalle ore 16.00.

Alle ore 19.00 d. Luigi Maria era ad accogliere i partecipanti per la benedizione nei pressi della Casa S.Antonio, dove hanno poi avuto la possibilità di consumare un pasto caldo offerto dai volontari della Casa delle Carità di Cassino.

La serata è proseguita nel chiostro bramantesco in cui alle 20:30, l'Abate Donato ha

Madre Miriam 1Dopo soli quattro giorni, un altro anniversario ha allietato la famiglia benedettina di Montecassino, questa volta ha riguardato le monache del monastero di Santa Scolastica a Cassino, dove Madre Miriam ha festeggiato assieme ad amici e familiari il suo 60°anno di professione monastica rinnovando le sue promesse alla presenza dell'Abate Donato.

Madre Miriam, che per 25 anni è stata alla guida della Comunità benedettina femminile dell'Abbazia di San Vincenzo al Volturno, in provincia di Isernia, dal febbraio dello scorso anno per motivi

Dom Giuseppe

D.Giuseppe Roberti, 50 anni di sacerdozio e quasi 54 di professione monastica: una vita al servizio del Signore insieme alla Comunità monastica di Montecassino. Una vita che chi ha la fortuna di stargli accanto ogni giorno non può che definire preziosa.

Sì, perché dietro quella apparenza austera si scorge con facilità e senza ombra di dubbio un cuore grande, un cuore reso ancora più luminoso dall'Amore di Dio, di cui d.Giuseppe si è fatto strumento.La sua natura schiva gli avrebbe fatto di certo passare sotto silenzio questo anniversario, ma la Comunità monastica ha voluto per lui qualcosa di diverso, rispettando la sobrietà che lo contraddistingue.

Nella sua omelia, pronunciata sabato pomeriggio 20 maggio davanti ai familiari e agli amici arrivati per condividere con lui una giornata così importante,

Certamen 201714 nazioni partecipanti, 98 scuole, 167 studenti: questi i numeri dell'edizione 2017 del Certamen Ciceronianum Arpinas, appuntamento che ormai fa parte della tradizione dell'Abbazia e che ha visto, sabato 13 maggio tanti giovani scoprire le bellezze e l'importanza di Montecassino nella trasmissione della cultura attraverso i secoli.

L'Abate Donato ha accolto tutti, come di consueto, nel salone San Benedetto dove gli organizzatori hanno