Live il Blog di Montecassino

Fra Carlo  Nell’omelia dell’Abate Donato, pronunciata venerdì 21 durante le esequie, un ricordo del caro Fra Carlo, scomparso nella notte tra mercoledì 19 e giovedì 20 aprile.

 

ESEQUIE DI D. CARLOMANNO GROSSI O.S.B.
21 aprile 2017


D. Carlomanno – Fra Carlo, come veniva normalmente chiamato – è entrato nella Vita nuova del Risorto proprio nell'Ottava di Pasqua, in uno dei giorni più

palme 2017

 

DOMENICA DI PASQUA 2017
Gv 20,1-9

 


Il brano evangelico appena proclamato racchiude due importanti allusioni che ci aiutano a meglio comprendere l'evento straordinario della risurrezione di Gesù. Si tratta dell'espressione iniziale: «Il primo giorno della settimana», e dell'annotazione riguardante Maria di Magdala che si reca al sepolcro «quando era ancora buio».

Al di là dell'intento immediato di queste due espressioni – quello, cioè, di offrire un quadro cronologico all'interno del quale è collocato il racconto evangelico – esse richiamano altresì due eventi primordiali, presenti all'inizio della Bibbia, ossia

 

Veglia Pasqua 2017

Più volte è stato detto di come la Veglia della notte di Pasqua in Abbazia sia qualcosa che difficilmente si riesce a descrivere con le parole e ancor meno con le parole scritte, perché le emozioni che convoglia sono davvero tante e diverse l'una dall'altra.

Il contrasto buio-luce, il fuoco, l'acqua, il cero pasquale, il prezioso rotolo dell'Exultet  e l'esplosione della gioia nel Gloria suonato dal Maestro Michele D'Agostino : ogni aspetto contribuisce a conferire forza e vigore alle ore trascorse insieme nell'attesa della Risurrezione di Cristo.

Soltanto il pianto della piccola Sofia ha interrotto questa notte più volte il silenzio della Basilica prima che

Venerdì santo 2017

Il racconto del Venerdì Santo a Montecassino passa attraverso le foto del pomeriggio e le parole dell'Abate Donato, che riportiamo qui di seguito nel testo integrale della sua omelia. 

 

VENERDÌ SANTO 2017


«Maltrattato si lasciò umiliare
e non aprì la sua bocca;
era come agnello condotto al macello,
come pecora muta di fronte ai suoi tosatori,
e non aprì la sua bocca"
(Is 53,7 – Quarto carme del Servo)».

La missione di Gesù, Verbo di Dio, trova il suo compimento nel

Giovedì Santo 2017

Acqua aromatizzata all'arancia, dodici ragazzi della sede di Cassino della Comunità Exodus per rievocare la "Lavanda dei piedi" di Gesù ai suoi discepoli, ministranti presenti e preparati già dal primo pomeriggio, personale pronto per rendere spoglio l'altare dopo la celebrazione: pochi ma fondamentali elementi arricchiscono il Giovedì Santo in Abbazia e lo rendono come sempre un momento unico da vivere per tutti i partecipanti.

Nel chiudere la sua omelia, l'Abate Donato cita una poesia di Madeleine Delbrêl che riesce, in pochi versi, a restituire

Pasqua 2017

 

Testo integrale del videomessaggio dell'Abate Donato per la Santa Pasqua, disponibile a questo link.

 

"Nel romanzo Giuseppe e i suoi fratelli – basato sull'omonimo racconto biblico – lo scrittore Thomas Mann così descrive il coperchio posto sulla bocca della cisterna vuota nella quale Giuseppe era stato gettato dai suoi fratelli:

«Il vecchio coperchio si era spaccato in due metà. Quando le ebbero rotolate tutte e due sulla bocca della cisterna, esse non combaciavano, ma lasciavano un'apertura attraverso cui scendeva un po' di luce. Verso quella luce

ENS PALME 2017

Se la buona riuscita di un evento si misura dal grado di soddisfazione e dai sorrisi dei partecipanti, allora si può senza dubbio affermare che l'incontro regionale organizzato dall'ENS (Ente Nazionale Sordi) sezione provinciale di Frosinone e a cui ha partecipato anche il presidente nazionale, Giuseppe Petrucci, ha superato di gran lunga le aspettative.

Quando mesi fa i referenti dell'ENS di Frosinone, tra cui Enzo Martini, Presidente provinciale e le dottoresse  Luciana Martini e Michela Macchiarola, sono arrivati in Abbazia per il primo incontro, ogni aspetto logistico è stato preso in considerazione e l'Abate Donato ha accettato subito e con entusiasmo

Palme Foto AbateAnche questa mattina, come ogni anno, la Comunità monastica, supportata dai numerosi e professionali ministranti, ha raggiunto in processione dalla Basilica il Chiostro dei Benefattori per iniziare la Celebrazione Eucaristica della Domenica delle Palme con la Benedizione dei ramoscelli di ulivo.

Larghe foglie di palma ad avvolgere le colonne del chiostro, tappeto rosso e leggio: tutto era già pronto all'arrivo dei fedeli perché potessero partecipare attivamente alla benedizione, che

 

MC celebrazioni settimana santa 2017

San Benedetto 21 marzo 2017

Un brulichio di fedeli desiderosi di far visita e pregare alla tomba del Santo Patrono nel giorno del suo Transito ha accolto il personale del monastero già all’apertura martedì 21 marzo, giorno di festa in Abbazia in cui chi può cerca di stare ancora di più accanto alla Comunità monastica.

Tutto era pronto già dalla sera precedente nella sala Capitolare per accogliere

Fiaccola MC 20.03.2017Lunedì pomeriggio, 20 marzo, la Fiaccola benedettina Pro Pace et Europa Una ha fatto il suo ingresso in Abbazia scortata dagli atleti del CUS Cassino accompagnati dai Tedofori di Norcia e Subiaco e tanti studenti universitari che partecipano al programma Erasmus, il programma di mobilità studentesca dell'Unione Europea che quest'anno festeggia i suoi trenta anni.

Chiostri coloratissimi e festosi, pieni di gente salita per partecipare all'evento e di figuranti del Corteo Storico Terra Sancti Benedicti, hanno accolto la Fiaccola in un caloroso abbraccio che l'ha accompagnata fino al Chiostro dei Benefattori dove l'Abate Donato era ad attendere i numerosi giovani atleti che con professionalità ed entusiasmo hanno scortato il simbolo di pace che Paolo VI portò a Montecassino il 24 ottobre del 1964 in occasione della proclamazione di s.Benedetto come Patrono Principale d'Europa.

La Fiaccola è rimasta accesa