Il lungo applauso silenzioso dei 400 partecipanti all'incontro regionale dell’Ente Nazionale Sordi ha reso indimenticabile la Domenica delle Palme a Montecassino

Se la buona riuscita di un evento si misura dal grado di soddisfazione e dai sorrisi dei partecipanti, allora si può senza dubbio affermare che l'incontro regionale organizzato dall'ENS (Ente Nazionale Sordi) sezione provinciale di Frosinone e a cui ha partecipato anche il presidente nazionale, Giuseppe Petrucci, ha superato di gran lunga le aspettative.

Quando mesi fa i referenti dell'ENS di Frosinone, tra cui Enzo Martini, Presidente provinciale e le dottoresse  Luciana Martini e Michela Macchiarola, sono arrivati in Abbazia per il primo incontro, ogni aspetto logistico è stato preso in considerazione e l'Abate Donato ha accettato subito e con entusiasmo la richiesta di presiedere l'Eucarestia per i circa 400 partecipanti all'evento.

Dalle 9:30 di domenica 9 aprile, domenica delle Palme, la macchina organizzativa è entrata in funzione gestendo i gruppi per le visite guidate,  da distribuire per ciascuna delle interpreti in LIS presenti a supporto del personale dell'Abbazia, nel cui staff figurano anche due guide (Maria Teresa ed Elisa) che conoscono già molto bene la lingua italiana dei segni.

L'ascensore, che è in funzione ormai da diversi anni all'interno dell'Abbazia, ha permesso ai disabili motori di partecipare alla celebrazione delle 12.00 presieduta dall'Abate Donato e concelebrata da don Savino, sacerdote esperto in lingua dei segni che, insieme alle bravissime e preparatissime interpreti disposte nella navata centrale hanno consentito a tutti di seguire la S.Messa con la serenità che un'occasione come questa richiede.

Tanti bei momenti durante la Celebrazione, ma quello più intenso e di forte impatto emotivo è stato certamente l'enorme "grazie" arrivato dal lungo applauso silenzioso dopo la Benedizione: 800 mani alzate che si muovevano per dire "grazie"all'Abate Donato per una bellissima mattinata trascorsa a conoscere un luogo incantevole e intriso in ogni suo angolo di spiritualità, storia e cultura e che attraverso il tour guidato in tanti hanno potuto conoscere o approfondire, portando a casa con sé una esperienza così arricchente e di cui fare tesoro in un mondo che, grazie all'ENS ci è meno sconosciuto e senza dubbio più vicino.

Un particolare ringraziamento va agli organizzatori, alle interpreti in LIS Marcella Marasca, Rossana Fiorini e Sara Palombi e al personale del Monastero che, ancora una volta, ha saputo gestire con tranquillità e professionalità un evento che prevedeva l'arrivo e l'accoglienza di così tante persone, ciascuna con esigenze e richieste diverse.

Il "grazie" più sentito va, infine e senza alcun dubbio, alle 400 persone che hanno riempito l'Abbazia con i loro sorrisi, la loro gioia contagiosa e le loro parole silenziose rendendo la Domenica delle Palme una giornata ancora più speciale e indimenticabile, piena di emozioni da rivivere nella propria quotidianità.