"Buon cammino, in compagnia del Signore Risorto": l'Abate Donato nel messaggio per la Santa Pasqua 2017

Testo integrale del videomessaggio dell'Abate Donato per la Santa Pasqua, disponibile a questo link.


"Nel romanzo Giuseppe e i suoi fratelli – basato sull'omonimo racconto biblico – lo scrittore Thomas Mann così descrive il coperchio posto sulla bocca della cisterna vuota nella quale Giuseppe era stato gettato dai suoi fratelli:

«Il vecchio coperchio si era spaccato in due metà. Quando le ebbero rotolate tutte e due sulla bocca della cisterna, esse non combaciavano, ma lasciavano un'apertura attraverso cui scendeva un po' di luce. Verso quella luce guardò Giuseppe finché la misera porzione di giorno non si spense nello spiraglio della pietra e in sua vece una stella pietosa gli inviò giù nella tomba il suo raggio diamantino».

In quella cisterna-tomba l'unico segnale di vita per Giuseppe era dunque costituito da quel po' di luce che filtrava dalla fessura di quella pietra spezzata posta all'imboccatura.

E venendo a noi, come non scorgere in quella luce il chiarore della fede e della speranza, quelle salde compagne che ci consentono di non venir meno nei momenti più bui e travagliati dell'esistenza?

E, soprattutto, come non pensare alla luce della Pasqua alla quale volgere lo sguardo per trovare la forza di esorcizzare la paura e l'angoscia che disorientano il cuore ferito dalle avversità della vita, e per trovare il coraggio di "risorgere" dalle cisterne dei nostri egoismi e dei nostri peccati?

Sì, caro amico e cara amica, nella luce della Risurrezione di Gesù, fondamento della fede e della speranza cristiane, ci è data continuamente la possibilità di cantare l'alleluia dei risorti anche in mezzo alle preoccupazioni e alle prove della vita.

Come ci esorta S. Agostino:

«Canta come fa il viandante, canta, ma cammina. Canta per sostenere la fatica. Canta e cammina. Che significa: cammina? Avanza, avanza nel bene. Avanza in rettitudine di fede... Canta e cammina».

Questo è anche il mio augurio. Buona Pasqua, ossia buon cammino, in compagnia del Signore Risorto."