Solenne celebrazione per la “Fiaccola benedettina Pro Pace et Europa Una” ieri, domenica 11 marzo alle ore 10.00 nella Cattedrale di Sant’ Edvige a Berlino.

La Concelebrazione è stata presieduta dal Nunzio Apostolico in Germania, S.E. Nikola Eterović e concelebrata dall’ Arcivescovo di Berlino Dr. Heiner Koch e da S.E. Ogliari, Abate di Montecassino. Presenti tra i religiosi, oltre a d.Luigi Maria Di Bussolo di Montecassino anche il priore di Norcia, d.Benedetto e il priore di Subiaco d.Maurizio. Durante la Celebrazione le voci del giovanissimo coro della Cattedrale di Santa Edvige hanno incantato e commosso i presenti.

La Fiaccola, scortata dagli atleti tedofori di Norcia, Subiaco e Cassino- tre città testimoni della vita e delle opere di S.Benedetto- è stata benedetta dal Nunzio all’inizio della Celebrazione Eucaristica e subito dopo c’è stata la lettura del Messaggio di Pace all’Europa e al Mondo da parte di padre Benedetto, priore di Norcia.

Una cattedrale gremitissima, nella quale si pregava ieri anche per la ricorrenza del quinto pontificato di papa Francesco, ha ascoltato a fine Celebrazione l’Abate Ogliari che, in tedesco, ha rivolto il suo saluto ed il suo ringraziamento alle autorità religiose e civili e a tutti i presenti, per aver accolto con così tanto entusiasmo la Fiaccola, portatrice dei valori e dei principi che fanno di San Benedetto un “messaggero di Pace”, così come lo definì Papa Paolo VI nel 1964 a Montecassino.

 

Di seguito il messaggio dell'Abate Donato in italiano:

“ Desidero ringraziare cordialmente Sua Eccellenza l’arcivescovo di Berlino, Monsignor Dr. Heiner Koch, il quale ci ha benevolmente accolto in questa St. Hedwigs-Kathedrale e ha voluto prendere parte a questa S. Messa nella quale abbiamo rinnovato il messaggio della “Fiaccola pro pace et Europa una”.
Con lui, ringrazio il Nunzio apostolico in Germania, Sua Eccellenza Monsignor Nikola Eterović, che ha presieduto questa concelebrazione eucaristica. Ringrazio anche i Canonici del Capitolo della Cattedrale, i membri del Corpo diplomatico accreditato in Germania, e le altre autorità qui presenti. Un vivo grazie, infine, va a tutti i fedeli qui presenti.
Carissimi fratelli e sorelle, abbiamo ascoltato le parole profonde che Monsignor Dr. Heiner Koch ha rivolto a questa assemblea liturgica nel corso della sua omelia. Si tratta di parole che raggiungono la nostra mente e il nostro cuore e ci impegnano a rafforzare la nostra vita di fede e il nostro impegno di testimonianza cristiana nel mondo attuale.
Come umile successore di S. Benedetto, vorrei da parte mia evidenziare il messaggio di pace, di unità e di fratellanza che la “fiaccola benedettina” vuole trasmettere nel suo pellegrinaggio nelle capitali del nostro continente europeo.
Ciascuno di noi anela intimamente alla pace, una pace che dobbiamo conquistare passo dopo passo, a partire dalla nostra vita e dalle nostre relazioni quotidiane. Come credenti, tuttavia, siamo anche consapevoli che i nostri soli sforzi non sono sufficienti se non sono saldamente radicati in Dio, fonte della vera pace e dell’unità perfetta.
Questa è anche la sostanza del messaggio che San Benedetto ci ha trasmesso attraverso la sua Regola. Egli, infatti, ci ha insegnato che solo quando stabiliamo una relazione profonda e vitale con Dio, il nostro cuore si apre al dono della pace e dell’unità, dono che ci raggiunge in maniera multiforme e dinamica nel vivo della nostra quotidianità, ispirando i nostri pensieri, le nostre parole e le nostre azioni, e trasformandoci in testimoni credibili del suo amore.
Chiediamo al Signore di aiutarci, con la luce della Sua grazia, ad essere portatori di pace in mezzo ai fratelli, e ad impegnarci con gioia e generosità nell’edificare un’Europa sempre più unita e pacificata, saldamente accomunata dai valori della giustizia, della fratellanza e della solidarietà.
S. Benedetto, Patrono primario d’Europa, interceda per noi.”

Al termine della Celebrazione i sindaci delle tre città hanno donato una prestigiosa edizione della Regola di s.Benedetto a S.E. Eterović e all’Arcivescovo di Berlino.

In serata  i cori di Norcia e Subiaco son stati impegnati nella parrocchia italiana di Maria Hunten dem Kreuze in un bellissimo concerto al quale hanno assistito i fedeli della parrocchia ma anche i sindaci delle città tedesche gemellate con le tre città benedettine.

Tutte le delegazioni hanno poi trascorso assieme la serata all’insegna di una amicizia e di una fratellanza che si rinsalda ogni anno nel nome di s.Benedetto.

 

Servizio fotografico di Roberto Mastronardi