Live il Blog di Montecassino

IMG 0512

Visita fuori programma per le delegazioni di Norcia e Montecassino al seguito della Fiaccola benedettina, accolte presso il Santuario di S. Giovanni Paolo II da Sua Eminenza Stanisław Dziwisz, Arcivescovo Emerito di Cracovia.

Sua Eminenza Dziwisz, per quarant'anni segretario particolare di papa Giovanni Paolo II, ha accompagnato le delegazioni, guidate da S.E. Donato Ogliari, Arciabate di Montecassino, e S.E. Renato Boccardo, Arcivescovo di Spoleto-Norcia, alla scoperta

Mc drone
In occasione del 75°anniversario della distruzione dell’Abbazia di Montecassino, S.E.Donato Ogliari, Arciabate e Ordinario di Montecassino ha presieduto una Celebrazione Eucaristica alle ore 10.00 nella Basilica Cattedrale.

 

Accanto all'Abate Donato e alla Comunità Monastica di Montecassino c'erano, oltre oltre agli altri concelebranti, gli Abati delle abbazie che per prime nel dopoguerra hanno accolto i monaci che avevano dovuto abbandonare il monastero distrutto: l'Abate di san Paolo Fuori le Mura, l'Abate di Montevergine, l'Abate di Cava, il Priore di Farfa e l'Abate Emerito Beda. 

 

Commemorare aiuta a non dimenticare il sacrificio di quanti

DSC 4372
SOLENNITÀ DI S. SCOLASTICA
2019


«Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi. Allora si fece avanti e disse: “Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti”. Ma il Signore le rispose: “Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta”» (Lc 10,38-42).

Il Vangelo odierno si apre con un racconto sull’ospitalità, da sempre considerata una delle modalità più significative della fraternità cristiana. Qui, però, l’ospitalità esercitata da Marta e Maria assume tratti particolari, perché l’ospite non è semplicemente l’uomo Gesù, ma

conferenza VALENTINO

Il resoconto storico, le dinamiche militari e le vicende umane di soldati e civili: questi gli ingredienti, ben bilanciati e sapientemente esposti attraverso aneddoti, racconti, foto e slides dal ten.col.Valentino Mattei nel corso dell’incontro avuto questa mattina presso l’Aula Pacis di Cassino.

La conferenza, promossa dalla Fondazione san Benedetto, ha dato inizio a quello che è il Progetto della Memoria voluto dal Presidente della Fondazione, dom Luigi Maria Di Bussolo in occasione del 75° anniversario del bombardamento di Cassino e Montecassino, e rivolto principalmente agli studenti affinché possano conoscere e continuare a trasmettere la storia che gli appartiene e che dà linfa alle loro radici.

L’Abate Donato nel suo saluto ai presenti

 

Colloquio 2019

Domenica 3 febbraio l’Abate Donato ha presieduto la celebrazione in onore di santa Scolastica, sorella di san Benedetto, alla Chiesetta del Colloquio, il luogo cioè testimone di tutti i momenti  in cui i due fratelli si ritrovavano a raccontarsi le rispettive vite, a confrontarsi e incontrarsi nell’affetto fraterno.

Sempre tanti i fedeli che si riuniscono nella Chiesetta a pregare insieme nel ricordo della Santa che ottenne da Dio, attraverso l'arrivo di un improvviso di un temporale, di poter restare ancora a lungo a parlare nonostante la Regola, che lo stesso san Benedetto seguiva con i suoi monaci,  imponesse di rientrare in monastero per la notte.

Nella sua omelia l’Abate Donato ha sottolineato che

 

Epifania 2019

 

EPIFANIA 2019

Il brano di vangelo propostoci dalla liturgia odierna è ricco di spunti per la nostra riflessione, la nostra preghiera e la nostra vita. Vediamone alcuni.
C’è la menzione di Betlemme, il luogo nel quale Maria ha dato alla luce il Salvatore del mondo. Si tratta di un luogo marginale e povero, che conta poco agli occhi del mondo, ma che ha nondimeno avuto l’onore di accogliere la nascita del Figlio di Dio, il quale ha voluto

DSC 4270

TE DEUM 2018
LA FORZA LUMINOSA DI UNA FEDE CHE SPERA


1. Uno sguardo grato e riconoscente
Sorelle e fratelli carissimi,
il primo sentimento che, anche al termine di questo anno, sale dal nostro cuore e si fa preghiera non può che essere quello della gratitudine.
Se siamo qui questa sera è per dire grazie al Signore: grazie per i benefici di cui ci ha colmato; grazie per le gioie semplici e genuine che ci ha permesso di vivere; grazie per il sostegno e la tenerezza della sua vicinanza; grazie per la pazienza e il perdono esercitati nei confronti dei nostri ritardi e lentezze nell’amare Lui e gli altri; grazie per la presenza luminosa della sua grazia che ha mantenuto accesa la lucerna della nostra fede e della nostra speranza, soprattutto nei momenti difficili e bui.
Sarebbe certamente da stolti pensare che

1920A3D7 7CE6 4C04 AE47 14362CD0A28C 

 
NATALE 2018
Messa del giorno
 
Il Creatore si fa creatura
Il prologo del Vangelo di Giovanni che è stato proclamato ci ha fatto dilatare lo sguardo all’infinito, conducendoci nel cuore stesso di Dio, non solo a prima dell’incarnazione del suo Figlio, ma addirittura al “principio”, a prima che

 
DSC 4139
NATALE 2018
Messa di mezzanotte




Un Dio che entra nel tempo e nella storia
Un primo aspetto che balza subito all’occhio nella narrazione lucana della nascita di Gesù è l’inquadramento di quest’ultima in un contesto storico e spazio-temporale ben preciso: la menzione dell’imperatore Augusto, delle località di Nazaret e di Betlemme e di Quirinio, governatore della Siria.
Con questo l’evangelista Luca vuol dimostrare che Cristo Gesù non è un mito o un’idea, ma

 

Schermata 2018 12 23 alle 19.30.24

 

Trascrizione del videomessaggio di  Natale 2018 dell'Abate Donato


Ogni anno, a Natale, i cristiani celebrano la nascita del Figlio di Dio, Gesù, che si è fatto uomo ed è entrato nella nostra storia per condividere i limiti e le fragilità della nostra natura umana, e mostrarci l’Amore immenso che Dio ha per noi.

 

È questo il significato profondo del Natale, e per viverlo occorre che lo accostiamo con gli occhi della fede, e con stupore umile e riconoscente, accogliendo Gesù che desidera starci vicino e illuminare il nostro cammino con la sua presenza amorosa.

 

Potrebbe, però, risultarti difficile aprirgli il tuo cuore, forse perché

810EF641 AF54 4B23 BE19 36195FA7DEB7

Con grande soddisfazione comunichiamo che da oggi dalle piattaforme Audible e iTunes è scaricabile l’audio integrale del La Regola di san Benedetto letta dall’Abate Donato.

Registrato in una lunga mattinata di qualche mese fa con i professionisti di Volume srl, l’audiolibro è oggi una realtà fruibile da tutti e facilmente scaricabile dalle piattaforme