L'età dell' Oro

Storia-età delloro

 

Il periodo tra il X e l'XI secolo fu un periodo di grande cambiamento per Montecassino. Verso la fine del IX secolo l'Abbazia fu distrutta una seconda volta per mano degli invasori Saraceni e i monaci sopravvissuti si rifugiarono a Teano. Fu durante questo periodo a Teano che l'originale della Regola di San Benedetto venne distrutta da un incendio. Montecassino fu ricostruita e i cenobiti con l'Abate Aligerno tornarono alla Sacra Abbazia e al Sacro Monte nel 949 dopo Cristo.

A questo stadio Montecassino era già una Abbazia ampiamente rispettata ma fu durante l'11 secolo che possiamo dire raggiunse la vera età dell'oro con l'Abate Desiderio. Questo fu un periodo di grande crescita, estrema produttività, cambiamenti politici tra la Chiesa dell'est e dell'ovest e di grandi progetti, in cui Montecassino divenne un centro culturale di riferimento per l'Europa. Fu durante questo periodo che l'abbazia fu encomiata per lo scriptorium, per le grandi scuole di scribi e miniaturisti. La biblioteca dell'Abbazia crebbe in modo esponenziale in questo periodo. La Chiesa di Montecassino venne ricostruita più grande e più decorata che mai.

Il dodicesimo secolo fu l'inizio di un lungo periodo di brevi progressi e violente lotte politiche. Fu caratterizzata dal declino poiché lo scisma dovuto alla doppia elezione papale nella chiesa creò una divisione politica che toccò molto profondamente Montecassino e gli altri Monasteri d'Europa. La crescita e la vita prospera erano giunte ad un punto morto e il numero di monaci diminuì con l'acuirsi delle ostilità tra Montecassino e le entità politiche come Papa Onorio II e Federico II. Nel XII secolo Montecassino perse inavvertitamente la sua lunga battaglia per l'autonomia. Si dimostrò essere una strada davvero complicata piena di conflitti e guerre nel mondo quella che portò alla gloriosa ed immensa Montecassino che vediamo oggi.