Storia-s.gregorio magno

 

San Gregorio Magno fu il primo monaco ad essere eletto Papa (Gregorio I, dal 509 al 604) e fu un importante sostenitore della visione monastica di San Benedetto così come un fervente promotore della sua Regola. Fu toccato e commosso in prima persona dalle parole di San Benedetto, dei suoi seguaci e dei monaci che risiedettero a Roma in seguito alla prima distruzione di Montecassino. San Gregorio Magno fu un uomo autorevole ed estremamente attivo durante la sua vita essendo nato proprio nel tempo in cui San Benedetto dava vita alla Regola.

Oltre gli immensi ed innumerevoli sforzi nel diffondere la Regola di San Benedetto e la Cristianità in Europa, San Gregorio Magno fu anche l'autore del primo resoconto biografico della vita di San Benedetto scritto tra il 593 e il 594. I Dialoghi di San Gregorio sono una serie di libri inerenti la vita di Santi italiani, abati, diaconi, suore, vescovi e sugli aspetti della vita dopo la morte (paradiso, inferno e purgatorio). Il secondo dei quattro libri è interamente dedicato a San Benedetto da Norcia. Questa biografia si è dimostrata di grande importanza per la comprensione non solo della vita di San Benedetto ma anche degli inizi di Montecassino. Il libro è diviso in 38 capitoli e descrive i numerosi eventi e miracoli che accaddero durante la vita di San Benedetto e di sua sorella Santa Scolastica che, come spiega San Gregorio, gli furono raccontati dalle persone che erano più vicine al Santo:

"Non potrei conoscere tutti i fatti rilevanti e le azioni della sua vita: ma quei pochi, che ho intenzione di riportare ora, li ho saputi grazie a quattro dei suoi discepoli; Costantino, un uomo piuttosto prezioso e rispettoso che fu abate dopo di lui; Valentiniano , che ebbe in carico per molti anni l'abbazia in Laterano; Simplicio, che era il terzo superiore del suo ordine; e infine Honorato, che è l'attuale Abate del monastero in cui iniziò la sua santa vita. (San Gregorio Magno, Prologo, Dialoghi, Libro II).